Erogazione in busta paga Assegni Familiari – Possibile criticità

Erogazione in busta paga Assegni Familiari – Possibile criticità 30 Lug 2019

Come ampiamente anticipato con la nostra news del 9 Aprile scorso, l’INPS con la circolare n.45 del 22 marzo 2019 ha previsto nuove modalità di presentazione delle domande per gli assegni per il nucleo familiare:

·         il lavoratore, entro il 30 giugno di ogni anno, non dovrà più presentarle al proprio datore di lavoro, ma dovrà inoltrare le domande direttamente all’INPS in modalità elettronica

·         l’INPS provvederà a determinare l’importo dell’assegno e a trasmetterlo al datore di lavoro o al professionista incaricato (commercialista consulente del lavoro) per l’erogazione in busta paga.

Poiché in questa prima fase l’Istituto potrebbe non riuscire a comunicare in tempo a tutti i datori di lavoro l’importo esatto da erogare in busta paga, segnaliamo la possibile mancata erogazione per alcuni dipendenti che non vedrebbero riconosciuti gli assegni nella busta paga di luglio di prossima elaborazione; ovviamente gli assegni non liquidati verranno erogati nel mese successivo, o comunque dal mese successivo alla comunicazione pervenuta dall’Inps.

 


Condividi:

Nome (richiesto)

Cognome (richiesto)

Azienda

Telefono

Email

Tipo di servizio richiesto

Richiesta

Inviando il seguente modulo acconsento al trattamento dei dati ex legge 193/2006

Inserisci il seguente codice: captcha